Live Match

Bagnolo terzo, Bressan: “C’è bisogno di tutti, anche di chi non gioca”

Bagnolo terzo, Bressan:  “C’è bisogno di tutti, anche di chi non gioca”

Manuel Bressan, ex Reggiana, Casalgrande e Bologna, è una specie protetta, ovvero uno dei 5 giocatori di movimento impiegati nelle ultime due gare da un Bagnolo ora terzo in classifica. La sua avventura giallonera, iniziata meno di un anno fa, è stata sin qui un crescendo.

Riesci a guardarla la classifica senza provare le vertigini?
“La classifica è corta e non abbiamo ancora fatto nulla… Certo, qualche vertigine si avverte, ma mi auguro ci si possa abituare a questa sensazione”.

Dopo le prime due giornate a zero punti, avresti mai pensato a un Bagnolo terzo in classifica?
“La verità è che non mi aspettavo le prime due sconfitte. Eravamo in condizioni più che precarie a livello di organico, ma non può essere una scusante. E’ l’atteggiamento ad essere mancato nei primi due incontri. Il vero Bagnolo è questo, una squadra che non si arrende fino alla sirena”.

I cambi non abbondano (eufemismo), ma la sensazione è che giocare molto…ti faccia bene. Rispetto alla scorsa stagione le tue prestazioni sono decisamente migliorate. A livello personale sei soddisfatto?
“Giocare 35 minuti a partita non è facile dal punto di vista fisico e mentale, ma nel mio caso mi sta aiutando a crescere a livello di prestazioni. Ne sono consapevole, come so di poter fare ancora meglio, soprattutto sotto il profilo della personalità e della fase offensiva. Sento la fiducia di mister e compagni, e questo è fondamentale”.

16 punti nelle ultime 6 gare. Bagnolo sta facendo i miracoli…o non c’è nulla di strano, con gente come Evandro e Protega in squadra?
“Come detto in precedenza, credo che questa sia la vera “faccia” del Bagnolo. Giocatori di esperienza e qualità come Evandro e Protega non fanno che accrescere il nostro potenziale, ma per vincere c’è bisogno di tutti, da chi gioca 40 minuti a chi non gioca affatto. La nostra vera forza è l’unità di intenti”.

Continui a contare i punti di vantaggio sulla zona play out o cominci ad avere altri pensieri?
“La parola d’ordine è mantenere i piedi ben saldi per terra, giocando ogni partita per vincere. Ma sarei bugiardo se dicessi di non guardare verso l’alto”.

Sabato prossimo a San Giovanni Valdarno ennesima sfida tosta. Non c’è un attimo di tregua, né a livello fisico, né a livello mentale.
“Sfida tostissima direi, come tutte le partite, soprattutto fuori casa. Che la serie B fosse un campionato durissimo soprattutto a livello mentale (e nel nostro caso anche fisico) si sapeva, ma quest’anno a maggior ragione dato l’equilibrio che si sta delineando. L’obiettivo rimane sempre e solo vincere, partita dopo partita, poi a Natale vedremo dove saremo arrivati”.

Ufficio Stampa ASD Bagnolo Calcio a 5

Tag: Bagnolo