Arzignano ko all’Olgiata, Pesarofano ringrazia. Cisternino ok, cade l’Eboli

28-01-2017
Arzignano ko all’Olgiata, Pesarofano ringrazia. Cisternino ok, cade l’Eboli

Weekend di sorprese, vittorie delle capoliste, cadute delle inseguitrici e celebrazioni di leggende in #SerieA2.

Durissima la gara del Pesarofano, che batte 4-2 in trasferta il Bubi Merano e vola sempre più lanciato in testa alla classifica del Girone A. La squadra di Cafù approfitta della caduta dell’Arzignano, che non perdeva da una vita e incassa una brutta sconfitta sul campo dell’Olimpus. Doppietta di Dall’Onder e tanti marcatori diversi per il Ciampino Anni Nuovi, che spazza via il Castello. Solo un gol di scarto in meno (6-2 contro 7-2) per l’Atlante Grosseto, che fa fuori l’Aosta e continua a lottare per la zona playoff. Tris del Prato, che con Balestri, Rosati e Mangione, si libera della Capitolina Marconi. Prima del match la società toscana ha omaggiato Andrea Rubei (ex biancazzurro) con una targa.  Successo più che sofferto ma fondamentale per il Milano, che supera di un gol il Cagliari e si porta a 5 punti dall’Arzignano. Il solito Sanna trascina l’Orte, vittorioso in trasferta contro i F.lli Bari Reggio Emilia.

Massimo risultato con il minimo sforzo per il Cisternino, che con la doppietta di Bruno sbanca Catania e lascia sempre più lontane le inseguitrici nel Girone B. Debutto amaro per Ronconi sulla panchina dell’Eboli. Si era messa benissimo per Borsato e compagni, avanti 2-0 ma rimontati dal Sammichele, che addirittura vince 6-3 e ottiene il terzo risultato utile consecutivo. Ora la classifica dell’Eboli si fa durissima e c’è il rischio di essere risucchiati in zona playout. Vince in scioltezza la Virtus Noicattaro, contro una Real Dem in crisi nerissima. Durissima partita fra Bisceglie e Barletta, che finisce 1-1. A Cristobal risponde Garrote. La Salinis sale nei quartieri altissimi della classifica, battendo i giovani della Real Team Matera.