Antonio Dario dalla Bosnia: “La considerazione dell’Italia corrisponde alla qualità che ha raggiunto il futsal”

Antonio Dario dalla Bosnia: “La considerazione dell’Italia corrisponde alla qualità che ha raggiunto il futsal”

In Portogallo c’è l’Italia di Alessio Musti, a caccia del pass Mondiale per Lituania 2020. In Croazia, a Osijek, una quaterna di arbitri italiani a dirigere il girone C di Elite Round, con i padroni di casa, i vice campioni del mondo della Russia, Azerbaigian e Slovacchia: Angelo Galante della sezione di Ancona, Alessandro Malfer di Rovereto, Nicola Manzione di Salerno e Chiara Perona di Biella. In Bosnia, a Zenica, Antonio Dario il Delegato Uefa per le Qualificazioni Europee a Olanda 2022. Tanta Italia in giro per l’Europa. “La considerazione dell’Italia del futsal in Europa corrisponde effettivamente alla qualità che ha raggiunto questa disciplina – dice il consigliere della Divisione – alla stregua di Spagna, Portogallo e Russia, le altre quaterne arbitrali dell’Elite Round. Solo il Ranking della Nazionale in questo momento è deficitario, ma il grande lavoro di Musti e del suo staff colmerà a breve questo gap. Ne sono certo”.

IL VIA alle qualificazioni continentali (il cammino degli Azzurri partirà dal secondo turno) porteranno 16 squadre ad Amsterdam e Groningen per la fase finale di Euro 2022: un importante +4 rispetto alle 12 finaliste di Lubiana 2018. “Non solo l’ampliamento a 16 nella fase finale, ma anche il sistema di qualificazione con gare di andata e ritorno a partire dai play off del Qualifying Round e per tutto il successivo Qualifying Group Stage – rimarca Dario – sono un inequivocabile segnale della consacrazione di questo sport a livello internazionale. È finita per UEFA la fase di contenimento dei costi e della impreparazione delle federazioni nazionali nell’ospitare partite internazionali. Aggiungo che il livello tecnico delle squadre nazionali si è avvicinato e dunque è necessario mettere tutti nelle stesse condizioni di giocarsi anche in casa la sfida per la qualificazione. Ne beneficerà il pubblico che potrà vedere e tifare la propria squadra in più occasioni. E beneficeremo tutti, perché più partite, più spettacolo, più media, più giornali, più tv”. Chiosa con la Nazionale, che giovedì debutterà (ore 18.30) al Povoa de Varzim contro la Finlandia nella gara inaugurale del girone A dell’Elite Round per il Mondiale lituano. “Sulla Nazionale si respira un aria di fiducia. Obiettivamente è un turno difficile. Finora il nuovo corso ha fatto il proprio dovere nelle gare amichevoli e quelle di qualificazione giocate – conclude – la fiducia e l’appetito vengono giocando”.