Anás e Taloni in gol, ma il Pesaro passa 5-2: Aniene ko a testa altissima

Anás e Taloni in gol, ma il Pesaro passa 5-2: Aniene ko a testa altissima

La Cybertel Aniene tiene testa per oltre mezz’ora all’Italservice Pesaro, ma la capolista è cinica a sfruttare gli errori dei gialloneri e ad aggiudicarsi (5-2) l’undicesima vittoria di fila.

PRIMO TEMPO – I capitolini iniziano il match col piede giusto: Anás serve Biscossi, che mette alla prova Miarelli dalla distanza dopo soli 41”. Il nazionale marocchino, un minuto più tardi, si presenta a tu per tu con il portiere rossiniano, che sventa la minaccia in uscita bassa. L’estremo difensore di casa risponde ancora presente a 5’10”, respingendo il tentativo di Cabeça direttamente su punizione. Il Pesaro comincia a macinare gioco: sia Marcelinho che Cuzzolino hanno la chance di sbloccare il punteggio, ma, in entrambi le occasioni, la sfera si spegne sul fondo. A 9’05”, i ragazzi di Micheli si portano meritatamente in vantaggio: il numero 3 della Cybertel recupera palla a centrocampo e lascia partire un’azione in velocità, dove sarà lui stesso a capitalizzare l’assist di Raubo. Colini chiama immediatamente il time out per scuotere i suoi. La mossa ha gli effetti sperati: Marcelinho, dapprima, centra il palo, su passaggio di Honorio, a Tondi battuto, mentre De Oliveira, poi, riporta la sfida in equilibrio con un bolide da fuori area. A 13’47”, dunque, è 1-1 al PalaNinoPizza. L’Aniene sbanda e il Cobra, poco dopo, colpisce la traversa. Sul finale della prima frazione, sono Battistoni e il 9 di casa ad avere le opportunità più pericolose.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, l’Italservice rientra sul 40×20 con ben altro piglio. Fortini costringe subito Tondi, in due differenti azioni, agli straordinari. Cabeça, poi, atterra il 7 rossiniano, prendendo quel giallo che gli farà scontare un turno di squalifica nella delicata gara interna contro il Meta. Il Pesaro continua a spingere, con Cuzzolino che si fa negare il 2-1 dal portiere ospite. A 8’26”, i padroni di casa si portano avanti: Canal scippa il pallone ad Abdala e, dopo aver chiuso l’uno-due con Salas, trafigge il 22 giallonero con una staffilata. La Cybertel non demorde e, a 9’39”, torna in pari: assist di Anás su Taloni in velocità; il capitano dell’Aniene supera Fortini e fredda Miarelli di punta. La banda di Colini, però, è determinata a ottenere i tre punti. Sia il numero 7 che il 19 dei rossiniani bussano alla porta difesa da Tondi, ma i capitolini reggono l’urto. A 13”30, tuttavia, l’equipe marchigiana trova il pertugio giusto: Abdala perde palla nei pressi della sua area e Tondi, in un primo momento, ci mette una pezza su De Oliveira; l’estremo difensore, però, non può nulla su Borruto, che mette la sfera dentro. A meno di 4’ dal termine, Micheli si gioca il tutto per tutto con Anás nel 5vs4. Il Pesaro, in ogni caso, è abile a sfruttare gli errori ospiti, con Honorio a 17’23” e Borruto a 19’30” che mettono in ghiaccio il match.

IL CALENDARIO – La Cybertel Aniene torna a Roma a mani vuote, ma forte di una bellissima prestazione offerta sul parquet del PalaNinoPizza. La truppa di Micheli, sabato 27 marzo, farà visita alla Sandro Abate per il turno di preliminare di Coppa Italia. Il tutto, prima delle ultime cruciali sfide di regular season contro il Meta e gli uomini di Batista. La società capitolina, infine, ringrazia l’Italservice Pesaro per l’ospitalità ricevuta.