Acqua&Sapone Unigross: nerazzurri domani a Eboli, Misael a caccia di gol e conferme

Acqua&Sapone Unigross: nerazzurri domani a Eboli, Misael a caccia di gol e conferme

Buona la prima. Ora è tempo di conferme. Misael, dopo debutto da top player contro l’Aniene, domani sera alle 20 a Eboli contro la Feldi (arbitri Menichini di Ercolano, Sgueglia di Civitavecchia, crono Marino di Agropoli) è atteso per la conferma e per fare un passo deciso verso la consacrazione in questa serie A. Il mancino paulista, 25 anni, sarà ancora nei quattordici di Scarpitti, visto che mancherà per squalifica Lukaian. Motivo in più per allenarsi a mille e prepararsi a fare la differenza in campo. “Sto lavorando fortissimo perché so fin dall’inizio della stagione che in questa squadra bisogna spingere tanto per avere
un’opportunità. Quand’ero andato in tribuna, nelle prime partite, ho pensato che avrei dovuto prendere il lato positivo di un’esperienza che non avevo mai fatto prima in carriera. Il mister mi ha sempre detto di continuare a lavorare perché sarebbe arrivata l’opportunità, così è stato e ora devo guadagnarmi la conferma”, dice l’ex laterale di Imola, Lazio e Colormax.

Acqua&Sapone Unigross a Eboli: chi vince si piazza momentaneamente in vetta. “Sarà una partita dura, loro hanno pareggiato sabato scorso. Sono forti e hanno giocatori esperti. Una partita importante per noi in questo campionato”.

Contro l’Aniene ha spaccato una traversa e propiziato un gol. La sua prima perla è rinviata a domani? “Segnare un gol a Eboli? Magari anche di più, anche una doppietta… Tutto pur di aiutare la squadra a fare risultato, solo quello m’interessa”.

Passato dalla lotta salvezza alla lotta scudetto nel giro di pochi mesi. Come vive quest’esperienza? “Un livello così l’ho trovato solo quando ho iniziato, in Brasile, nel Corinthians. Qui ci sono giocatori esperti, di livello mondiale: sto imparando tantissimo in questi mesi lavorando con loro”.

“Sono stato sei mesi a casa e solo quando ho dovuto fare il tampone per tornare qui in Italia, ad agosto, ho scoperto di essere positivo. Da lì, abbiamo saputo che tutta la mia famiglia e la mia ragazza erano positivi al virus. Per fortuna, tutti senza nessun sintomo. Ma a tutti dico di continuare a stare attenti e proteggersi seguendo le regole per evitare il Covid”.