Live Match

Acqua&Sapone Unigross e CMB, quante emozioni: al PalaRigopiano un pari pirotecnico: 6 a 6

Acqua&Sapone Unigross e CMB, quante emozioni: al PalaRigopiano un pari pirotecnico: 6 a 6

Il CMB impone il primo pareggio casalingo all’Acqua&Sapone Unigross: 6 a 6 al termine di una partita esplosiva e piena di emozioni. La grande qualità presente sul parquet del Palarigopiano non delude le aspettative della vigilia. La classe dei nerazzurri è contrastata da quella degli eterni Wilde e Neto e dalla grande spinta del pescarese Cesaroni, capitano dei lucani. Il pari finale rende onore anche all’atteggiamento dei due tecnici, rispettivi ex di turno: se la giocano senza calcoli fino alla fine regalando emozioni dal 1’ al 40’.

Scarpitti senza Fusari, squalificato, e con Calderolli e Mammarella (in panchina solo per stare vicino al gruppo) out per problemi fisici. Prima volta per Trentin, Mambella va tra i pali. Il CMB pressa forte e attacca con carattere, sbloccandola con Cesaroni, gol dell’ex, ma la gioia dura poco perché Murilo fa 1 a 1 dopo pochi secondi. Rafinha la ribalta con un destro da cineteca e Wilde si conferma fenomenale firmando il 2 a 2. Poi la squadra di casa gonfia il petto e chiude il primo tempo sul 4 a 2 con Fetic e Coco Wellington. Nel secondo tempo l’equilibrio in campo è totale, con le squadre che si affrontano a viso aperto e cercando giocate spettacolari. Nell’ultimo quarto, però, esplodono i fuochi d’artificio. I lucani trovano i gol per pareggiare e Nitti prova a vincerla inserendo Cesaroni portiere di movimento. Lì scatta la furia dei padroni di casa, che approfittano e nella porta vuota infilano i gol del 6 a 4. Finita? Neanche per sogno. A due e mezzo dalla sirena, Neto trova il 5-6 sul primo palo sorprendendo Mambella, fin lì autore di ottime parate. La pressione degli ospiti prosegue e porta al pari a 90’’ dalla fine con Santos. Prima della sirena, viene anche espulso Dudu per doppio giallo, ma non c’è più tempo per altre emozioni. Il pari porta momentaneamente a +7 dal Pesaro e +9 dalla Came, prossima avversaria dei nerazzurri al Palarigopiano.