A Rosati non piace fare pronostici: “Ciampino, diamo tutto quello che abbiamo”

A Rosati non piace fare pronostici: “Ciampino, diamo tutto quello che abbiamo”

L’ospite di oggi è Enrico Rosati.

Sei arrivato da poco al Ciampino anche se già conoscevi l’ambiente: ti chiedo che squadra hai trovato e se c’è qualcosa che ti ha colpito di questo gruppo. Quando sei arrivato ti aspettavi di chiudere la pratica secondo posto in poche giornate?
“Conoscevo già l’ambiente, ma qui ho trovato una situazione serena a 360 gradi tra squadra, staff e società. In particolar modo la società è molto tranquilla e ambiziosa. Credo che questo ambiente sereno abbia fatto la differenza. Sono arrivato nella settimana in cui prima della partita con l’Olimpus, a mio avviso la testa di serie non solo del Girone B ma dell’intera A2 e lo dimostrerà in Coppa. Dopo quella partita ho avuto buone impressioni, non dico che mi aspettavo il secondo posto ma ero sicuramente ottimista. Ci sono tanti giovani interessanti con grinta, personalità e voglia di mettersi in mostra”.

Ora come si affronta un periodo come questo, con poche partite prima dei fatidici playoff? Secondo te dove potete arrivare?
“Ora c’è una settimana di riposo per ricaricarci perché questo è stato sicuramente un anno particolare. Ci prepariamo per la partita con la Roma, poi avremo ancora una settimana di riposo e poi affronteremo il Monastir. Sono due partite importanti per trovare il ritmo in vista dei playoff. Non mi piace fare pronostici, il tempo ci dirà dove arriveremo, noi sicuramente daremo tutto quello che abbiamo per ottenere il massimo che possiamo fare”.