#SerieBFutsal, big (quasi) tutte a segno. Mirafin k.o. in casa nel posticipo

11-11-2017
#SerieBFutsal, big (quasi) tutte a segno. Mirafin k.o. in casa nel posticipo

La Mirafin non imita L84, Petrarca Padova, Olimpia Regium, Tenax Castelfidardo, Tombesi, Futsal Marigliano e Sandro Abate, Real Cefalù. Il roster di Salustri viene sorpreso 4-3 al PalaDiFiore nel posticipo domenicale della sesta giornata del Girone E. Una sconfitta, la prima dopo cinque successi consecutivi, che costa la vetta. Al comando, infatti, c’è la Virtus Aniene 3Z, l’unica nuova fra le nove capolista della cadetteria.

 

 

GIRONE A – La L84 non va in testa coda e difende agevolmente il primato del Girone A conquistato la scorsa settimana, imponendosi 8-1 sul Rhibo Fossano. Torna al successo il Saints Pagnano. Che con due tempi da 4-2, passa in terra cremasca nel match clou della sesta giornata contro il Videoton Crema, sorpassandolo e salendo al secondo posto. Insieme al Videoton, ora c’è il Real Cornaredo, abile a spuntarla sul Città di Asti. Lecco più vicino alla zona playoff grazie al 5-3 con il quale i ragazzi di Seghetti regolano la Domus Bresso. Exploit Time Warp: successo nella sfida tutta piemontese con il Carmagnola e sorpasso in classifica.

 

GIRONE B – Atto di forza del Petrarca Padova. Triplo Maina, doppio Arnaldo, Foglia, Cleber e Ortega trasformano lo scontro al vertice in una passerella: 9-1 al Franchetti con un Città di Mestre che perde -dopo cinque successi di fila – anche il secondo posto, ora in mano al Mantova, corsaro di misura sul campo del Miti Vicinalis e al quarto successo consecutivo. Nella sesta giornata del Girone B, Cornedo, Canottieri Belluno e Maccan Prata sfruttano il fattore casalingo per stazionare in zona playoff. Primo successo stagionale per il Città di Thiene, che passa a Rovereto e lascia Olympia Rovereto all’ultimo posto.

 

GIRONE C – Invariata la vetta del Girone C cadetto. C’è sempre un’Olimpia Regium che sa solo vincere in campionato: l’8-0 inflitto ai toscani dell’Elba vale il sesto squillo in altrettanti incontri per i ragazzi di Salvatore Ruggiero. Dietro reggono il passo della lanciata capolista Cdm Genova e Gisinti Pistoia, a segno entrambe in trasferta, a differenza di quel Bagnolo che capitola a sorpresa in terra toscana con la Sangio. Vola il Sant’Agata grazie al successo contro il Montecalvoli.

 

GIRONE D – Il Tenax Castelfidardo di Cafù esulta due volte nella sesta giornata del Girone D: batte il Gadtch a Perugia e aumenta il distacco sui Buldog, domati da un Faventia, ora secondo, sempre a due punti dalla vetta della classifica, con una partita in meno. C’è molto equilibrio: Cobà e Cesena pareggiano 4-4, Eta-Beta e Corinaldo impattano 2-2, buon per il Cus Ancona, che cala il poker contro l’Alma Juventus Fano.

GIRONE E – Grande sorpresa nel posticipo domenicale: non bastano doppio Moreira e Duarte, la Mirafin cade in casa 4-3 contro la Forte Colleferro e non opera il contro sorpasso su quell’Aniene 3Z che si aggiudica la partita di cartello della sesta giornata del Girone E contro la Cioli Ariccia Valmontone, al primo stop stagionale: doppio Sanna, Mirko Medici e Milano griffano il poker virtussino, a nulla vale il momentaneo 1-1 di Vinicius Bacaro. Bene Active Network e Brillante: i viterbesi si riscattano (tripletta di Paolucci) con il San Paolo Cagliari, i capitolini di De Vincenzo (doppietta) pescano la quarterna (tanti i successi di fila) contro il Ferentino. L’Atletico New Team ritrova il sorriso andando a vincere a Cagliari.

GIRONE F – Vincono le prime quattro della classe nella sesta giornata del Girone F. La capolista Tombesi Ortona ricomincia subito a correre, trionfando nel derby abruzzese con il Real Dem e mantenendo due punti di vantaggio su quel Manfredonia capace di domare il Cus Molise, direttamente nel suo domicilio. L’Atletico Cassano supera 7-4 il Sagittario, Futsa Canosa da urlo: i pugliesi di Trallo si aggiudicano il derby ad alta quota il derby contro un Giovinazzo di nuovo a -8 dalla vetta. La sorpresa di giornata è il 3-1 che rifila l’ex fanalino di coda Capurso alla Chaminade, tre puntoni per l’Altamura, ok nello scontro diretto con il Be Board Ruvo, ora ultimo.

GIRONE GFutsal Marigliano e Sandro Abate al comando a punteggio pieno nel Girone G  al termine di due successi diversi. Le Pantere di Oliva soffrono fino alla fine, ma la spuntano nel derby con il Fuorigrotta, al primo stop nell’era post Di Iorio. Tutto facile per il Sandro Abate, in casa, con la matricola Volare Polignano che solo una settimana prima aveva fatto soffrire il Marigliano, ma stavolta cade 6-1. Dietro il tandem di capolista sembra non esserci più nessuno: Fuorigrotta a -5, l’Alma Salerno, pur superando il Bernalda è sempre a otto lunghezze dalla vetta. Il Caserta approfitta della sosta del Laudomini per sconfiggere l’Or.sa Aliano e agganciare i cugini campani, in zona playoff. Colpo di coda del Taranto, ok a Conversano contro un Azzurri ancora fermi al palo.

 

 

GIRONE H – Tutte le capolista con i tre punti in tasca. Il Real Cefalù non fa eccezione. Castellana non ha problemi ad arginare l’ostacolo Catania, mettendo la sesta nel Girone H di Serie B. In scia c’è sempre la Farmacia Centrale Paola, seconda sì a -3 grazie all’importantissimo blitz sul campo della Polisportiva Futura, ma con una partita in meno rispetto al Real Cefalù. Scarpitti inizia nel migliore modo la sua avventura con il Signor Prestito: l’erede di Bommino bagna il suo esordio con il CMB andando a vincere in maniera roboante in terra calabrese, sul difficile campo del Cataforio. Rallenta il Rogit, fermato sull’1-1 dal Melilli, bis servito dal Mascalucia. Che si toglie la soddisfazione di sconfiggere – con tanto di clean sheet – un avversario chiamato Regalbuto.